Sabato, 13 Maggio, 2017

 

Il Tribunale di Pisa ha messo la parola fine ad una polemica sorta tra sindacalisti Cisl e Cgil intorno ad un accordo sui criteri di avanzamento di carriera di infermieri, operatori socio-sanitari e impiegati amministrativi dell’azienda Usl di Pisa.  Accordo sottoscritto nel dicembre 2016 da Cgil, Uil e Nursind e non da Cisl, che l’aveva invece giudicato al ribasso. 

Mario Antonino Di Maio, tecnico di laboratorio biomedico dipendente della Usl di Pisa – in servizio all’ospedale Lotti a Pontedera – e Rsu eletto in quota Cgil funzione pubblica e Michele Orsi, allora segretario generale di Cgil funzione pubblica, il 6 settembre del 2016 avevano querelato la segretaria di Cisl funzione pubblica Cinzia Ferrante ravvisando in alcuni volantini distribuiti dal sindacato di via Corridoni  il reato di diffamazione a mezzo stampa.

Nei giorni scorsi il Tribunale di Pisa  ha archiviato il procedimento penale, rigettando l’opposizione della Cgil, facendo proprie le «considerazioni espresse dal difensore della indagata e profuse nella memoria depositata» dall’avvocato fiorentino Andrea Pettini.

La ricostruzione

L’improvvisa rottura dell’unità sindacale – che aveva retto per sette mesi – sui criteri oggettivi di selezione dei candidati ad avanzare di carriera (con tanto di aumento salariale) non era stata digerita dalla Cisl, che in un volantino ricostruiva la sua versione della vicenda: «Una breve cronistoria: fine 2015, Azienda, Ooss e Rsu si incontravano per discutere della progressione economica. Fronte sindacale compatto. Ad un certo punto Cgil, Uil, Nursind ed i loro rappresentanti in Rsu si staccano e corrono a firmare un accordo al ribasso (…)». E più avanti: «Qualche giorno dopo furono nominati dei nuovi coordinatori… andate a vedere alcuni nomi». 

Polemica aspra. Inaccettabile per Mario Antonino Di Maio, marito di Alessandra Lorenzini, una delle dipendenti promosse al ruolo di coordinatrice. Di Maio  insieme al «suo» segretario di categoria avevano querelato la segretaria di Cisl funzione pubblica Cinzia Ferrante «e ogni altro responsabile della redazione e della diffusione  dei volantini sopra indicati, per il reato di diffamazione a mezzo stampa».

Ma dei nomi dei «promossi» e dei loro eventuali collegamenti con colleghi sindacalisti, nel volantino, non c’era traccia. Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale ha pertanto riconosciuto che le espressioni usate da Cinzia Ferrante «sono rimaste nei confini dello scontro dialettico» tra sigle sindacali.  Conclusioni cui peraltro era già arrivato, lo scorso 28 settembre 2016, il Pubblico Ministero che già aveva richiesto l’archiviazione del procedimento. Richiesta cui si erano opposti Di Maio ed Orsi, assistiti dall’avvocato Gianluca Baldi.

Insomma, ha prevalso su tutto il diritto di cronaca e critica sancito dall’articolo 21 della Costituzione che consente, nel corso delle competizioni politiche o lotte sindacali, toni aspri e di disapprovazione «a condizione che la critica non trasmodi in attacco personale portato direttamente alla sfera privata dell’offeso e non si sconfini nella contumelia e nella lesione della reputazione dell’avversario» (come si legge in una sentenza del 2 ottobre 1992 della Corte di Cassazione). Questo, secondo il Tribunale, non risulta accaduto nel caso preso in esame. 

Il commento

Il commento di Cinzia Ferrante: «La decisione conferma la mia convinzione di aver svolto correttamente il mio ruolo di rappresentante sindacale.  Spiace che i colleghi della Cgil siano arrivati a tanto nei miei confronti. Spiace di più, però, che nel dicembre dello scorso anno, si sia arrivati a quell’accordo, che io, oggi come ieri, non sottoscriverei mai in quei termini».

 

Progetto Giovani

Servizi Fiscali CAF

Via VESPUCCI 5 - 56125 PISA
Tel. 050 581001 - Fax. 050 518269

Convenzione a livello nazionale per gli iscritti CISL

Convenzioni a livello locale per gli iscritti CISL

You Tube Video

  • 15-06-17 GENERAZIONI CISL: I BILANCI COMUNALI
  • 08-06-17 GENERAZIONI CISL: L'OSPEDALE DI VOLTERRA E LA CISL
  • 01-06-17 GENERAZIONI CISL: CONGRESSO NAZIONALE FEMCA CISL
  • 25-05-17 GENERAZIONI CISL: IL PROBLEMA SANITA'
  • 18-05-17 GENERAZIONI CISL: L'OSPEDALE DI VOLTERRA
  • 11-05-17 GENERAZIONE CISL: ESAMI MEDICI, TEMPI DI ATTESA BIBLICI

You Tube Channel

GUARDA TUTTI I VIDEO
del nostro Canale You Tube

Marte Assicurazioni

Conquista del lavoro

Labor TV

Tesseramento CISL