Martedì, 26 Maggio, 2020

<In questa settimana ci siamo seduti ai tavoli territoriali per il patto di responsabilità per la sicurezza e la ripresa>. Lo ricorda Dario Campera segretario generale della Cisl di Pisa nel consueto punto sulla settimana. <Sono 4 - ricostruisce il sindacalista -. e ciascuno si occupa di un territorio della nostra provincia: l’area pisana, le colline e la Val di Cecina, il Valdarno e la Valdera. Al tavolo siedono i sindaci dei comuni del territorio, le associazioni di categoria, i sindacati, la Camera di Commercio ed il presidente della Provincia.
Ai tavoli dell’area pisana e delle colline e della Valdicecina i sindaci hanno manifestato tutte le difficoltà della ripartenza. Hanno il nome di burocrazia, di infrastrutture da sbloccare e di turismo da rilanciare. Il flusso di turisti, per alcune città, incide non poco nel bilancio>.
Che cosa è emerso? <Le imprese hanno manifestato difficoltà nell’applicazione dei protocolli di sicurezza, hanno osservato come i costi derivanti dalla messa in sicurezza incidono non poco sul bilancio aziendale, hanno chiesto l’abolizione della tassa di soggiorno e la riduzione della Tari. E hanno denunciato un problema di liquidità.
I sindacati hanno ricordato la difficoltà dei lavoratori a percepire gli ammortizzatori sociali, hanno chiesto di far partire i lavori già finanziati per la manutenzione o l’ammodernamento delle infrastrutture. Chiedono attenzione alla riduzione dell’Irpef: perché molti dei servizi sociali sono garantiti proprio da questo. L’idea condivisa: non possiamo contare sull’assistenzialismo perenne, legato agli ammortizzatori sociali o a prestiti garantiti. Dobbiamo, invece, fare di tutto perché il tessuto produttivo riparta, favorendone al massimo le condizioni>.

Lo scorso 20 maggio - ricorda ancora Dario Campera <abbiamo partecipato ad un seminario della Cisl dedicato allo statuto dei lavoratori. Nasceva 50 anni fa, permettendo l’ingresso in fabbrica dei diritti costituzionali. Lo statuto dei lavoratori ha messo al centro del sistema produttivo la persona che lavora. Diritti che si realizzano grazie al sindacato. Una presenza, quella del sindacato, oggi più che mai necessaria. Anche nelle nuove tipologie di lavoro, come i riders. Anche nello smart working. Il sindacato deve difendere il lavoratore dalla solitudine, farsi prossimo.
Oggi lo statuto non deve essere cancellato, ma aggiornato, perché resti uno strumento adatto alle sfide che dobbiamo affrontare. Come? Una proposta tra tante: la partecipazione dei lavoratori alla governance dell’azienda>.
 

Servizi Fiscali CAF

Via VESPUCCI 5 - 56125 PISA
Tel. 050 581001 - Fax. 050 518269

 

You Tube Video

You Tube Channel

GUARDA TUTTI I VIDEO
del nostro Canale You Tube

il Quotidiano della Cisl

la Tv della Cisl

Tesseramento CISL

Sportello Lavoro

EMERGENZA COVID-19

 

 

CISL FP: CORSO Regione Toscana

CGIL-CISL-UIL STOP VIOLENZA SULLE DONNE

DECRETO CURA ITALIA

Convenzione a livello nazionale per gli iscritti CISL

Convenzioni a livello locale per gli iscritti CISL