Domenica, 11 Febbraio, 2018

Interessa un milione di dipendenti di bar, ristoranti, tavole calde, fast foods, pasticcerie,mense, spacci aziendali e delle aziende di fornitura di pasti preparati e mense il nuovo contratto nazionale firmato a Roma tra sindacati, le associazioni imprenditoriali Fipe e Angem, la Lega coop produzione e servizi, Federlavoro e Servizi Confcooperative e Agci.
Il vecchio contratto era scaduto nel lontano 2013, il nuovo ha validità quadriennale: dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2021. Affronta i temi delle relazioni sindacali, della classificazione del personale, della contrattazione decentrata, del mercato del lavoro, della flessibilità, del welfare e della formazione professionale. E, ovviamente, la questione economica.
A regime, il nuovo contratto definisce 100 euro di aumento in busta paga calcolato sui dipendenti di quarto livello, destina 2 euro al mese all'assistenza sanitaria integrativa e stabilisce scatti di anzianità ogni quattro anni. Sindacati e datori di lavoro hanno inoltre concordato un premio di risultato destinato ai lavoratori dipendenti di aziende che non rientrano nel campo di applicazione di un accordo integrativo aziendale o territoriale.
I dipendenti continueranno a lavorare 40 ore a settimana. In alcuni periodi - per un massimo di 20 settimane - potranno però essere chiamati a lavorare di più, fino a 48 ore settimanali; ore che potranno recuperare in altre settimane dell'anno, quando potranno essere chiamati a lavorare 32 ore a settimana.
Sindacati e datori di lavoro hanno anche convenuto di demandare alla contrattazione territoriale o aziendale l'estensione del sistema orario in flessibilità e la possibile trasformazione dei rapporti di lavoro da part-time a tempo pieno.
L'intesa riconosce l'istituto di apprendistato, anche per cicli stagionali. 
Il numero di contratti di lavoro a tempo determinato potrà interessare fino ad un massimo di 2 dipendenti su 10, quello dei contratti di somministrazione lavoro a tempo determinato 1 operatore su 10 assunti con il contratto tradizionale. Potranno inoltre essere stipulati contratti di lavoro a tempo parziale della durata di almeno 8 ore settimanali, per il fine settimana, con gli studenti e con i percettori di forme di sostegno al reddito.
Parte integrante del nuovo contratto anche il protocollo sul sistema di appalti nel settore della ristorazione collettiva e delle mense, dove operano circa 35mila addetti alle dipendenze di oltre 3mila aziende di fornitura di pasti preparati: l'articolato recepisce  la normativa esistente e il lavoro svolto dal Dialogo Sociale Europeo tra il sindacato europeo del settore Effat e l'associazione imprenditoriale europea Food Service sull'offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto tra qualità e prezzo. 
Il nuovo contratto, infine, conferma l'impianto del welfare esistente e l'adesione al sistema bilaterale del settore.
Soddisfazione in casa Fisascat/Cisl. "Da oggi - commenta il segretario provinciale Vittorio Saledo - più di un milione di dipendenti avranno un aumento in busta paga e  la possibilità di accedere ad un premio di produzione. Bene le nuove norme sul welfare e sulle regole degli appalti, molto presenti in questo settore. Abbiamo lavorato tanto per mettere nero su bianco il nuovo contratto nazionale: un contratto che, indubbiamente, riqualifica l'intero settore".

Progetto Giovani

Servizi Fiscali CAF

Via VESPUCCI 5 - 56125 PISA
Tel. 050 581001 - Fax. 050 518269

Convenzione a livello nazionale per gli iscritti CISL

Convenzioni a livello locale per gli iscritti CISL

You Tube Video

  • 25-01-18 GENERAZIONI CISL: Mai più fascismi
  • 18-01-18 GENERAZIONI CISL: Il contratto dei Vigili del Fuoco
  • 11-01-18 GENERAZIONI CISL: La Sicurezza nelle nostre città
  • 21-12-17 GENERAZIONI CISL: Toscana Aeroporti.
  • 14-12-12 GENERAZIONI CISL: Il bilancio di previsione del Comune di Pisa
  • 30-11-17 GENERAZIONI CISL: Pomarance, i soffioni e l'economia del territorio

You Tube Channel

GUARDA TUTTI I VIDEO
del nostro Canale You Tube

Marte Assicurazioni

Conquista del lavoro

Labor TV

Tesseramento CISL