Giovedì, 6 Ottobre, 2011

La Regione Toscana deve ancora presentare ufficialmente il «suo» piano socio sanitario integrato per il 2012 –2015. Ma ogni giorno di più – tenuto conto anche dei tagli ai trasferimenti previsti dalle ultime Finanziarie - cresce il timore che dopo la chiusura del punto nascita, anche altre unità operative dell’ospedale di Volterra possano avere lo stesso epilogo o almeno subire un ridimensionamento. 

La denuncia arriva dalla Cisl. Gianluca Federici, segretario generale del sindacato promette: «Vigileremo». Ma ammette: «siamo preoccupati del futuro di chirurgia multidisciplinare, medicina, cardiologia e radiologia del “Santa Maria Maddalena” a Borgo San Lazzaro. Un nosocomio che serve un territorio vasto, tra i comuni di Volterra, Pomarance, Larderello e Castelnuovo Val di Cecina, e dalle peculiari caratteristiche morfologiche.
Siamo anche preoccupati per il futuro dei servizi territoriali: se in ospedale i volterrani si recano nei casi di emergenza, è negli studi dei medici di famiglia e a domicilio che è garantita l’assistenza ordinaria di migliaia di anziani».

 

Cisl chiede il mantenimento dell’impegno, previsto nell’accordo firmato con Asl e Regione, del servizio di elisoccorso.
E il riconoscimento della professionalità di tutto il personale dell’ospedale  auspicando una sinergia sempre più proficua tra questi, i medici di medicina generale ed il personale deputato ai servizi territoriali.
Su tutti questi temi il sindacato invita istituzioni locali, Asl, Società della Salute e Regione Toscana ad istituire un tavolo di confronto.

Servizi Fiscali CAF

Via VESPUCCI 5 - 56125 PISA
Tel. 050 581001 - Fax. 050 518269

 

You Tube Video

You Tube Channel

GUARDA TUTTI I VIDEO
del nostro Canale You Tube

il Quotidiano della Cisl

la Tv della Cisl

Tesseramento CISL

Sportello Lavoro

EMERGENZA COVID-19

 

 

CISL FP: CORSO Regione Toscana

CGIL-CISL-UIL STOP VIOLENZA SULLE DONNE

DECRETO CURA ITALIA

Convenzione a livello nazionale per gli iscritti CISL

Convenzioni a livello locale per gli iscritti CISL