Mercoledì, 25 Ottobre, 2017

Toscana aereoporti intende esternalizzare tutti i servizi a terra negli scali di Firenze e Pisa: il carico e lo scarico di bagagli e passeggeri, il controllo degli ingressi, la pulizia, il rifornimento dei veivoli, l’assistenza a terra. 

Una scelta sorta per venire incontro ad una direttiva europea scritta nel 1996 e recepita dal governo nel 1999, secondo la quale i servizi a terra negli scali aeroportuali con un traffico superiore ai due milioni di passeggeri devono essere inseriti in un regime di libero mercato.  

L’operazione coinvolge oltre settecento dipendenti. Per ciascuno di loro, da oggi, il futuro diventa incerto. Se il piano dovesse andare avanti – sostengono i sindacati – centinaia di lavoratori saranno scaricati dalla società. E potranno sperare solo di essere riassunti da una cooperativa. Con un contratto diverso: dal contratto collettivo dei trasporti a quello delle società multi servizi. E senza più in tasca quegli integrativi conseguiti negli anni e l’anzianità di servizio maturata fino ad oggi.

Di questo e di altro si parla nella prossima puntata di «Generazioni Cisl», la prima alla ripresa della stagione autunnale, giovedì 26 ottobre alle ore 19.15 sull’emittente 50 Canale. In studio, con la giornalista Simona Giuntini, il segretario provinciale della Cisl Gianluca Federici.

 

Servizi Fiscali CAF

Via VESPUCCI 5 - 56125 PISA
Tel. 050 581001 - Fax. 050 518269

 

You Tube Video

You Tube Channel

GUARDA TUTTI I VIDEO
del nostro Canale You Tube

il Quotidiano della Cisl

la Tv della Cisl

Tesseramento CISL

Sportello Lavoro

EMERGENZA COVID-19

 

 

CISL FP: CORSO Regione Toscana

CGIL-CISL-UIL STOP VIOLENZA SULLE DONNE

DECRETO CURA ITALIA

Convenzione a livello nazionale per gli iscritti CISL

Convenzioni a livello locale per gli iscritti CISL